In Notizie

Universal Studios: confermati per la prima volta i nomi degli artisti che hanno perso le registrazioni a causa dell’incendio

credit photo: pinguino k 

18:55:14 – 14/02/2020

Come vi avevamo ampiamente dettagliato in un nostro articolo del 13 giugno del 2019 (disponibile a questo link), nel marzo del 2008 un grave incendio divampò sulle colline di Los Angeles e coinvolse massicciamente i celebri Universal Studios. Non si registrarono vittime, ma i danni interessarono uno spazio perimetrale vastissimo che coinvolse, tra l’altro, storiche location di celebri film. Vi ricordate la piazza del tribunale di Ritorno al Futuro (con la torre dell’orologio che permetteva a Michael J. Fox di viaggiare nel tempo) e il gigantesco scimmione utilizzato durante le riprese di King Kong? Bene, entrambe le reliquie vennero rase al suolo. Il capo della contea di Los Angeles, all’epoca dei fatti, dichiarò che si trattò di un “semplice” incidente e molto del materiale Universal venne messo in salvo. A distanza di dodici anni, sembrerebbe che le cose non siano andate proprio così.

Tardive, sono arrivate le conferme. Ora, secondo un dettagliato articolo di Consequence of Sound, la Universal ha riconosciuto che le registrazioni di album di Nirvana , Soundgarden , Slayer, R.E.M., Elton John sono state danneggiate o distrutte nel fuoco. La Universal non ha mai svelato questa verità agli artisti coinvolti dal duro incendio, ed è stato il New York Times a iniziare le sue personali indagini. 

Si ritiene che i nastri originali di Nevermind dei Nirvana siano “andati per sempre”, così come la maggior parte della musica di Beck. Secondo quando riporta l’edizione USA di Rolling Stone, gli artisti hanno chiesto una lista completa dei dischi danneggiati e in risposta la Universal ha confermato che le registrazioni originali di molti artisti sono stati danneggiati per sempre nell’incendio.

Nessun Commento

Lascia un Commento