In Notizie

Ringo Starr: “Volevamo registrare altri dischi, ‘Abbey Road’ non doveva essere il nostro ultimo lavoro”

 

Un Ringo Starr senza inibizioni quello che, durante una lunga intervista concessa a BBC 6 Music, ha spiegato senza fronzoli che la carriera dei Beatles avrebbe potuto prendere altra piega. Il batterista ha dichiarato infatti che, il gruppo voleva continuare a registrare altra musica negli anni ’70 e di conseguenza l’ultimo disco della discografia non sarebbe stato AbbeyRoad pubblicato nel 1969.

Dopo Abbey Road abbiamo pensato tutti che fosse un disco buono ma nessuno di noi ha mai espressamente dimostrato la volontà di finire la carriera con quel disco. E non solo, nessuno di noi ne ha mai avuto minimante la percezione che quello sarebbe stato l’ultimo album dei Beatles. 

Queste dichiarazioni toglierebbero alcun dubbio circa la volontà della band di proseguire la carriera e rafforzerebbe il recente ritrovamento da parte di Mark Lewisohn di una serie di nastri contenenti canzoni che sarebbero state il seguito di una nuova carriera negli anni ’70.

La band ha realizzato tredici album in totale. L’esordio è datato 1963 con l’album Please Please Me. La discografia ufficiale dice che l’ultimo lavoro in studio è Let it Be, ma quest’ultimo disco venne registrato prima di Abbey Road e immesso sul mercato nel 1970.

Ringo Starr e Paul McCartney tributeranno Lennon nel prossimo album solista del batterista intitolato What’s my name in uscita il 25 ottobre. Nel nuovo album di Starr è difatti inserita una canzone di John Lennon intitolata Grow old with me

Nessun Commento

Lascia un Commento