24/06/2024
The Cinematic Orchestra si sono esibiti nell’ambito di JazzMi, il 5 ottobre all’Alcatraz di Milano, davanti ad un pubblico molto caloroso.

The Cinematic Orchestra si sono esibiti nell’ambito di JazzMi, mercoledì 5 ottobre all’Alcatraz di Milano, davanti ad un pubblico molto caloroso.

16:00:36  – 08/10/2022


The Cinematic Orchestra: musica e arte: l’essenza dello spettacolo

È stato un set del tutto nuovo, focalizzato sul groove: i musicisti si alternano tra pianoforti e tastiere, chitarre varie e basso, synth ed effetti, voci e Swinscoe campionatore, ricostruendo sul palco la complessità strutturale delle canzoni e dando libero sfogo al loro estro polistrumentista che incanta il pubblico sognante. 

La novità di questo concerto è stato il live visual, dove Ben Olsen, durante lo show ha combinato immagini reali, manipolazioni digitali e feedback loop ottenuti facendo dialogare in tempo reale una telecamera a mano con un monitor. Il risultato è stato una sorta di storytelling abbinato al concerto, una narrazione psichedelica e calmante, impreziosita dal ticchettio dei tasti di una macchina da scrivere che Ben ha usato per proiettare messaggi su uno schermo.

Un sapore dolceamaro

Deluderà non poco le aspettative del pubblico l’aver sacrificato dalla scaletta canzoni a cui siamo un pò tutti affezionati come To Build a Home e questo ha lasciato un sapore dolceamaro.

Ma si sa che per anni i Cinematic Orchestra sono stati relegati a “musica da sottofondo”, tanto che ogni grande appassionato di Serie Tv si è imbattuto almeno una volta in To Build a Home, la celebre piano-ballad che negli anni ha dominato le classifiche, le pubblicità e gli ascolti Spotify. Jason Swinscoe e Dominic Smith anziché restare bloccati nel passato, hanno preferito cercare di migliorare con nuove tecniche e suoni, infatti la maggior parte delle canzoni erano sconosciute, ma nonostante questo hanno incantato, portando lo spettatore da un mondo onirico, sognate, minimalista ad uno corposo, potente e movimentato. 

Complici le immagini ipnotiche che scorrevano alle spalle del quartetto, il pubblico ha seguito con attenzione il live nelle sue esplosioni sonore e nei suoi silenzi.  Il risultato è stato un sound intenso, che si insinua nel quotidiano portando con sé quel tanto di arte e grazia sufficienti a rendere tutto più simile ad un sogno.

JazzMi e la culla delle emozioni

La musica di The Cinematic Orchestra è un rifugio, una casa dove ti viene voglia di nasconderti quando senti di aver bisogno di suoni che cullino le emozioni. Con un’intrigante miscela di nu-jazz, elettronica, folk pop, hip hop e arrangiamenti orchestrali vicino al mondo delle colonne sonore, la creatura di Jason Swinscoe, da qualche tempo affiancato dal suo manager Dominic Smith e con una formazione elastica che di volta in volta si apre a nuovi strumentisti e vocalist, è diventata in poco tempo un nome di culto per molti appassionati.

(Cristina Previte)


LEGGI ANCHE ——-> Jazz Mi: in arrivo la sesta edizione dell’evento

LEGGI ANCHE ——-> Le migliori uscite discografiche della settimana| 7 ottobre 2022


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *