24/06/2024
Dopo aver pubblicato lo scorso anno l'album intitolato '925' il duo londinese dei Sorry torna con due nuovi singoli.

Dopo aver pubblicato lo scorso anno l’album intitolato ‘925’ il duo londinese dei Sorry torna con due nuovi singoli.

18:26:26  – 17/03/2021


credit photo: Sara Amroussi-Gilissen

Il ritorno dei londinesi Sorry 

Dopo aver pubblicato lo scorso anno 925 , che ha segnato l’ufficiale debutto discografico della band indie londinese, i Sorry sono tornati. Il duo ha reso disponibile l’ascolto di due nuovi singoli intitolati “Cigarette Packet” e “Separate”. La prima è una accattivante ballad scandita da un articolato synth, mentre “Separate” rispecchia totalmente il sound del gruppo immerso nella piacevole ricerca sonora all’insegna dell’elettronica sperimentale. Le canzoni sono state co-prodotte con James Dring (Gorillaz, Jamie T, Nilüfer Yanya).


In un comunicato stampa Lorenz ha dichiarato:

Queste canzoni sono nate da idee su cui abbiamo lavorato da casa lo scorso anno. I suoni sono piuttosto metallici / argentati / grigi e le idee liriche sono ripetitive quasi come se fossero sussurri / mantra / preoccupazioni che dovresti dire a te stesso e tenere per te. Cerchiamo di realizzare i video in modo giocoso, esprimendo anche molto umore ed emozione; l’uso dello spazio nero e il non mostrare mai il viso pieno o l’uso di oggetti (come le macchinine) fa sembrare che siano lampi di pensiero o ricordi surreali. Ci siamo basati liberamente su “Separate” sul romanzo di J. G. Ballard Crash. È come se l’acqua fosse la sua mente e stesse pianificando la serie di incidenti con le macchinine.

Soprattutto, i video vengono utilizzati per il tocco di colore o il movimento per dare alla canzone quasi un altro strato di ritmo che forse è udibilmente invisibile ma che puoi percepire visivamente all’interno della canzone. Con “Pacchetto di sigarette”, volevamo che fosse claustrofobico e che l’intensità si sviluppasse dove sembrava giusto. Le bocche si fondono tutte in una voce, alla fine è difficile dire chi sta dicendo cosa, come se tutti i tuoi amici o le persone che incontri fossero solo parti di te. È strano quello che la tua mente sceglie di ascoltare o ricordare. 

LEGGI ANCHE ——-> The Kills: in arrivo una raccolta di b-side e brani inediti

LEGGI ANCHE ——-> Real Estate: a fine marzo il nuovo EP intitolato ‘Half a Human’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *