In Notizie

Sex Pistols: Danny Boyle dirigerà una serie tv sulla band

Danny Boyle (Trainspotting) dirigerà una serie che ruoterà intorno ali libro scritto e pubblicato da Steve Jones che ha racconta la parabola dei suoi Sex Pistols

12:07:02  – 12/01/2021


credit photo: Koen Suyk

I Sex Pistols rivivono attraverso la macchina da presa di Boyle

Continua il sodalizio tra il cinema e il mondo della musica. Dopo l’annuncio di un documentario sui Beatles un’altra storica band vivrà attraverso la pellicola. I Sex Pistols torneranno in vita grazie a Danny Boyle, già regista di Trainspotting e The Millionaire, che a marzo inizierà i lavori di una serie tv che baserà le fondamenta sui  Sex Pistols.  A riferire la notizia è la BBC, che in una lunga notizia apparsa sul sito ufficiale, ha annunciato che il progetto si atterrà fedelmente al libro scritto e pubblicato dal chitarrista della band Steven Jones.

Il libro interessato è  Lonely Boy: Tales from a Sex Pistol, biografia pubblicata dal musicista oggi 65 enne, nel 2018. Le riprese inizieranno nei primi giorni di marzo per la rete televisiva FX. La serie, sarà suddivisa in sei episodi e s’intitola Pistol e vede tra i protagonisti Toby Wallace nel ruolo di Steve Jones, Anson Boon nel ruolo di Johnny Rotten, Louis Partridge che sarà Sid Vicious, Jacob Slater che diventa Paul Cook, Fabien Frankel nel ruolo di Glen Matlock, Dylan Llewellyn nei panni di Wally Nightingale, Sydney Chandler che sarà Chrissie Hynde, Emma Appleton nei panni di Nancy Spungen e Maisie Williams che sarà  Jordan.

La dichiarazione di Danny Boyle

Il regista si è così espresso in merito al nuovo progetto:

Immagina di entrare nel mondo di The Crown e Downton Abbey con i tuoi amici e di urlare le tue canzoni e la tua furia per tutto ciò che rappresentano. Questo è il momento in cui la società e la cultura britanniche sono cambiate per sempre. È il punto di detonazione per la cultura di strada britannica, in cui i giovani comuni avevano il palco e sfogavano la loro furia e la loro moda, e tutti dovevano guardare e ascoltare, tutti li temevano o li seguivano. I Sex Pistols. Al centro c’era un giovane, affascinante, analfabeta e cleptomane, un eroe della sua epoca, Steve Jones, che è poi diventato, come ha detto lui, il novantaquattresimo miglior chitarrista di tutti i tempi. Ed è arrivato lì in questo modo

LEGGI ANCHE ——-> Johnny Rotten: “Mia moglie ha l’alzheimer. Resterò sempre con lei”

LEGGI ANCHE ——-> Johnny Rotten (Sex Pistols): “Il mio voto andrà a Donald Trump”

Nessun Commento

Lascia un Commento