24/06/2024
'Magdalene' è il secondo album di Fka Twigs. ---

 

 

Etichetta: Young Turks
Genere: art pop 

Release: 8 novembre

Si legge spesso in giro, da un bel po’ di anni, che FKA Twigs sia l’artista che meglio incarna la popstar del futuro. Si tratta di una concezione profondamente errata, questo perché FKA Twigs è l’artista che incarna la perfetta popstar del presente, del qui ed ora. Anzi, lei riesce incredibilmente a essere contemporanea, futurista, ma anche senza tempo. È vero, è un concetto forse un po’ ridicolo da esprimere a parole – una di quelle menate da giornalisti musicali. Eppure, ascoltando MAGDALENE, ultima, sudata fatica di Twigs, è questa una sensazione che si paleserà immediatamente, chiaramente alle vostre orecchie.

È un album pop classico, senza dubbio. A partire dal tema focale dell’album, sentito e risentito in tutte le salse possibili e immaginabili: la fine di una relazione. Continuando con la struttura stessa delle canzoni: molte piano ballad, molta melodia, molte acrobazie vocali. Tuttavia, ovviamente, nell’album, c’è molto, molto di più: nei testi, aleggia un romanticismo per nulla scontato e profondo, meditato. Si percepisce un enorme lavoro sprituale affrontato da Twigs su se stessa e rimaneggiato al servizio della sua arte e di chi ne ususfruisce ed è disarmante la disinvoltura con cui, in pochi semplici versi, lei riesca a trasmetterlo.

Analizzando Home With You ammette le sue difficoltà, il suo enorme sforzo nel dover restare a galla, parlando anche molto scherzosamente e in chiave ironica dei suoi problemi fisici attraverso metafore ingannevoli: come spiega lei stessa, apples, cherries, non sono altro che i suoi tumori. Dopo essersi messa a nudo, chiede al suo partner, bisognoso di aiuto, come pensa che lei, in estrema difficoltà, possa risollevarlo. Domanda retorica, perché lei si offre lo stesso per il suo amato, facendo un parallelo con Maria Maddalena, figura protagonista dell’album: “Mary Magdalene would never let her loved ones down”, e qui emerge quindi l’aspetto eroico, supereroico, di FKA Twigs, ossia la capacità di trarre forza dalle sue vulnerabilità e di saper lottare su se stessa restando un punto fermo di riferimento per gli altri, partner e pubblico.

L’idea che questo sia un lavoro senza tempo emerge anche attraverso certe tematiche e attraverso questo ricorso a figure storiche come la Maddalena – ma anche musicali, come in Fallen Alien o Thousand Eyes, con le loro armonie e atmosfere medievali riattualizzate, e in questo penso sia palese l’ispirazione a Kate Bush, del resto esplicitamente citata nel testo della sopracitata Home With you. Riattualizzate, appunto, quindi anche contemporanee, senza dubbio grazie all’aiuto di artisti provenienti da mondi diversi: l’elettronica da classifica Skrillex, la trap di Future, il pop elegante di Jack Antonoff, le produzioni nebulose di Nicolas Jaar e Onehotrix Point Never, i quali riempiono di elementi di disturbo e suggestioni ricche di pathos (micidiale la “pioggia di glitch” in Sad Day) le composizioni classiche pop di Twigs.

Ascoltiamo quindi pianoforti e chitarre in lontananza mischiarsi egregiamente a metalli pesanti, seghe elettriche, voci distorte.Interessante è anche l’idea di potenza femminile presente nei testi dell’album (ma sottolineata anche dai cambi vocali – si passa dal leggiadro e volatile all’energico e potente, come in Fallen Alien): qui ritorna la figura della Maddalena. Nel pezzo a lei dedicato, Mary Magdalene, questa viene in maniera subliminale presentata come amante di Gesù Cristo, e quindi suo pari, non più proiezione a lui sottoposta, ma suo eguale, liberando così la narrativa femminile dall’ombra lunga del patriarcato e della società maschilista. Un lavoro ambizioso, senza dubbio, ma efficace e spontaneo, non costruito a tavolino e frutto di un grande approfondimento spirituale, meditativo. Complimenti a FKA Twigs, perché il suo MAGDALENE è una vera opera d’arte, che vi invitiamo ad approfondire con numerosi ascolti e prestando attenzione ai suoi dettagli.

Michele Ruggiero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *