In Notizie

Festival: salta l’estate dei maggiori eventi in Italia e all’estero

Sarà un periodo estivo surreale dopo l’annullamento dei festival. Tantissimi hanno annullato le date, in Italia e nel resto d’Europa.

19:45:54  –  19/05/2020


Il decreto

Sarà l’estate più surreale di sempre. A margine di queste decisioni servirà capire se i festival saltati quest’anno riusciranno a sopravvivere per il prossimo. In attesa, gli organizzatori dovrebbero emettere voucher per i biglietti venuti validi almeno 12 mesi o, come da ultime disposizioni, 18 mesi. Gli spettacoli dal vivo secondo le ultime disposizioni (qui il nostro articolo) necessitano – qualora vi fosse la volontà – di contenere un numero ridotto di pubblico con distanze di almeno un metro tra gli spettatori, mille al massimo per i luoghi all’aperto, duecento per quelli al chiuso. La situazione sembra ingestibile e di difficile applicabilità.

I maggiori Festival cancellati

I Festival che non apriranno i battenti nel nostro paese, e quindi cancellati, sono tanti e, alla spicciolata, ogni giorno il numero tende a salire vertiginosamente. La situazione a Roma vede il Rock in Roma rinviare ufficialmente l’appuntamento al 2021 così come il Roma Summer Fest. La situazione è la medesima anche nel centro italia con la cancellazione di Umbria Jazz, Firenze Rocks, Pistoia Blues Festival 2020, Lucca Sumer Festival.

Spostandoci a Nord, la situazione non cambia. Non si terrà l’edizione 2020 di  Milano Summer Festival così come gli I-Days e il MI Ami. In Piemonte, si blocca anche Collisioni. Per l’associazione dei promoter Assomusica i rinvii e le cancellazioni per questa estate sono “una decisione condivisa dalla gran parte dei produttori e organizzatori di spettacoli di musica dal vivo, che fanno sentire unita la loro voce”.

La situazione è la medesima anche all’estero dopo i rinvii del Primavera Sound Festival e del Sonar, proprio in queste ore giunge il comunicato dell’annullamento del festival olandese Le Guess Who (noi eravamo presenti lo scorso anno, al link il report)

Stesso epilogo anche  per il Glastonbury, uno degli eventi più antichi e affollati, che quest’anno avrebbe dovuto celebrare dal 24 al 28 giugno il suo cinquantesimo compleanno. Niente Coachella in estate (che si sposta a ottobre) 

 

LEGGI ANCHE ——-> Mark Lanegan e Cold Cave: guarda il tributo a Ian Curtis

LEGGI ANCHE ——-> Ian Curtis: uno speciale evento per celebrare l’artista a 40 anni dalla morte

Nessun Commento

Lascia un Commento